Home arrow LEO STORY
Leo Story PDF Stampa E-mail

La Leo Basket nasce nel 1961 dalle ceneri dell’Unione Sportiva Lavoratori Terni che nel 1960 cessa ogni attività sportiva. La maggior parte dei ragazzi  è costretta ad emigrare in altre squadre umbre per poter continuare; ma nel 1961 capitan Saccani e Sergio Seconi convincono il buon Leo Seconi a ricostruire una società di basket nella città di Terni. Dalle parole si passa ai fatti e si crea la società che,  per riconoscenza al suo fondatore, i ragazzi vollero chiamare “Leo Basket”.

La squadra venne iscritta al campionato di promozione regionale e la prima formazione era composta da: Andreanelli, Barbetti, Borghi, Cesaroni, Duranti, Galigani, Juliano, Ronchetti, Saccani, Sergio e Bruno Seconi. Allenatore Prof. Walter Minestrini.

Tra il 1962 ed il 1964 si aggiungono forze nuove che escono dal vivaio che la società ha creato; e sono: Piermarini, Piacenti, Carli, Argento, Guardo, Napoletti, Biondini, Lamanda.

Nel campionato 1964/65 si raggiunge la serie “B” Regionale e con i rinforzi di Sbardella(Spoleto), Romagnoli e Castellani(Foligno) si ottiene la promozione alla serie “C” Nazionale, quattro gironi in tutta Italia e quindi trasferte a Cagliari – Sassari – Bologna – Pesaro – P.S. Giorgio – Rimini – Roseto – Teramo – Campionato difficilissimo e pieno di grandi emozioni – In questo anno, però, la Leo perde uno dei suoi atleti più validi: Vincenzo Juliano che a soli 24 anni lascia la sua vita terrena.

L’anno seguente(1965) arrivano tre rinforzi; i perugini Piagnoni – Capocchi – Meucci – e l’allenatore Alberto Todini.

Anni di ottimi campionati, poi nel 1966 la Leo Basket riesce ad ottenere l’apporto di Lorenzo Paoletti, allora giocatore della Ignis Sud Napoli, e già della Virtus Bologna e della Nazionale . Non si perde più e la Leo rimane in serie “C” nonostante in quell’anno retrocessero 6 squadre. Proseguendo nel curare l’attività giovanile arrivano in prima squadra altri giovani fra i quali Pietropaoli, Borsaro, Marchetti, Falchi, Moroni, Vantaggi. La Leo diventa la società più in vista della Regione e aumenta l’interesse per il basket nella nostra città, anche per i successi in tutti i campionati giovanili. Poi si entra in un periodo di crisi finanziaria e la Leo deve rinunciare a mantenere la squadra a livello nazionale, ma continuerà con notevole impegno nel settore giovanile.

Siamo al 1971 le difficoltà finanziarie costringono il Presidente Leo Seconi a chiedere aiuto ad una cordata di persone con a capo l’Assessore allo Sport che promettono grandi cose per il bene della Pallacanestro. La Società si trasforma, si chiamerà Terni Basket, e cambia anche il Presidente con Leo Seconi nel ruolo di semplice Consigliere. Le promesse fatte risultano essere “promesse di marinaio” ed il buon Leo si trova ancora una volta da solo a “tirare” avanti. A questo punto lascia tutto, compreso l’organico dei giocatori e prosegue con il solo settore giovanile che in breve darà dei buoni risultati.

In questo periodo sorge il centro addestramento e numerosissimi bambini si avvicinano al basket. Successi numerosi si susseguono nel settore giovanile, maschile e femminile, fino a conquistare le finali nazionali a Roma, dove la nostra squadra femminile(in quei tempi erano le società e non le rappresentative regionali a partecipare) arriva al sesto posto assoluto nei Giochi della Gioventù.

Le prime atlete del settore femminile sono state:

Mazza, Fiorelli, Pistecchia, Marchetti, Coletti, Marchili, Cesarini, Magnani, Proietti, Sabbioni, Vantaggi, Sforzini, Botondi, Pandolfi, Bellavigna, Pincini, Lazzari, Falchi.

Con questo favoloso organico si raggiunge la serie B.

Anche i ragazzi si distinguono e nel 1975 passano dalla Promozione alla serie D. Il nuovo gruppo è costituito da: Forti, Ramozzi, Schiaroli, D’Antonio, Stefanini, Corpetti, Bianchini, Mariani, Garnero, De Cesaris, Benucci, Tamburini, Saracino, Caporali, Sordini, Rossi.

L’arrivo di Alberto Scodavolpe, proveniente dalla Partenope Napoli, dà una svolta ai successi della Leo Basket che sale di nuovo in serie C.

Scodavolpe passa al Rieti ed approda in serie A.

E’ il periodo in cui la Leo Basket tenta una collaborazione con l’Azzurra Roma.

Arrivano: Necci, Guiducci, Angelillo, Cappelletti, Renzetti, Centi ed il nuovo allenatore Pellegrini. E’ un anno sfortunato: Petagna e compagni non trovano il giusto amalgama e si retrocede in serie D

Cresce invece la formazione femminile  che con l’arrivo di Patrizia Scodavolpe e le ormai vincenti Vinco, Corritoro, Parisi, Galeazzi, Sabrina Seconi, Facondini, Stefania Barbetti conquistano ottime posizioni in serie B.

Nel 1982/83 la formazione maschile vince il campionato di serie D e sale di nuovo in C: fanno parte della rosa anche Carrer, Pirro, Paiusco, Trizza, allenati da Rolando Rocchi.

Nella femminile nel frattempo giungono le atlete Stanzani, Terenzi, Giovannelli e vengono inserite le giovanissime Gioia Seconi e Simona Barbetti: nel giro di due stagioni si raggiunge la poule A.

La ditta Interpan si avvicina al basket come sponsor e giungono a Terni: Serafini da Brindisi, Simoni da Todi; l’allenatore è Grillo Roberto. Non si raggiunge la promozione per una stregata partita con l’Urbino e dopo questa amarezza le Leo deve ricomporsi; anche la femminile deve rinunciare alla B e parteciperà al campionato di Promozione.

Siamo nella stagione 1986/87: giunge a Terni l’allenatore del Rieti Sandro Cordoni e con lui arrivano Olivieri, Lelli, Festuccia, Battistelli e poi Giovannelli e Dominici.

Nel 1988/89 si parte con un buon organico nel campionato di serie D e con l’obiettivo promozione, ma in breve tempo si capisce che le cose non funzionano; con il cambio dell’allenatore e un buon clima nello spogliatoio la squadra si trasforma e 16 vittorie consecutive permettono di vincere il campionato in una esaltante gara finale con il S. Marino.

Nel 1990 arriva l’ILVA come sponsor: sembrano finiti i tempi difficili. Ma in casa Leo avviene la dolorosissima scomparsa di Leo Seconi, fondatore della società, colui che aveva consentito che a Terni si sviluppasse una storia di basket costellata di brillanti successi e che aveva tenuto in alto l’immagine della Terni cestistica: tanto che Leo Seconi, presidente della Leo Basket, è stato insignito, da parte del Coni Nazionale, della “Stella di Bronzo al merito sportivo”.

Prova di un riconoscimento grandissimo è quello che la Federazione Pallacanestro farà nei confronti della Leo Basket dedicando la Coppa Umbria al suo ex Presidente “Memorial Leo Seconi” che da 16 anni risulta una manifestazione importantissima per l’intera Regione.

La società viene “ereditata” dai figli di Leo Seconi, Gianfredo, Sergio e Bruno, che continuano l’opera del padre fondatore con la stessa passione che li aveva animati, gli ultimi due anche da giocatori.

Dopo solo due stagioni l’Ilva lascia e si ritorna all’Interpan; Torquato Novelli è di nuovo lo sponsor.

Dopo la retrocessione alla serie D ed alla trasformazione dei campionati da parte della federazione nazionale, la Leo Basket partecipa solo ai campionati regionali giovanili ed alla C2.

Questi ultimi anni sono stati improntati allo sviluppo del settore giovanile, legati ai concetti della continuità e della partecipazione: atleti sempre più giovani fanno apparizione in prima squadra, mentre i ragazzi promettenti si distinguono partecipando alle selezioni giovanili regionali. Riparte bene il settore femminile condotto prima da Fabio Viviano e poi da Riccardo Seconi, con quest'ultimo nella stagione 1996/1997  conquista il titolo regionale cadette.

Marzo 1997, un verto dramma la scomparsa di Silvano Barbetti personaggio storico della società Leo Basket sia per le sue grandissime doti di atleta, prima, ed in seguito quelle di allenatore e dirigente. Ma quello più importante era il suo rapporto con il Presidente “Leo Seconi” che lo considerava un vero figlio suo e fratello di Sergio e Bruno. Sempre pronto in qualsiasi circostanza è stato una colonna portante per la Leo Basket.

Grazie Silvano, per tutto l’affetto che ci hai dimostrato.

Nella stagione 1997/98 la Leo Basket è presente in 10 campionati con ben 12 squadre:

maschile: serie C2, Juniores, Cadetti(2 squadre), Allievi, Ragazzi e Propaganda(2 squadre).

Femminile: Juniores, Cadette, Allieve, Propaganda.

La Leo Basket vanta un organico di circa 170 ragazzi in attività agonistica e circa 100 bambini iscritti al mini-basket.

Per tutta questa attività nel settore giovanile, svolta in 46 anni sia in campo sportivo che sociale, la società Leo Basket ha ricevuto il riconoscimento della “Stella d’Argento al merito sportivo 1997”

Da ricordare la collaborazione con le scuole, gli scambi di sport sociale e culturale con Sant Quen di Parigi, i numerosi tornei internazionali, interregionali e regionali organizzati in 46 anni di attività, che un po’ ci riempie di orgoglio e un po’ ci sorprende per come tutto questo sia stato possibile con una organizzazione composta da pochi uomini animati solo da tanta passione.

Arriviamo alla stagione 1998/99 per il campionato di serie C2 la Leo Ovito affida l’incarico di allenatore al giovane Fabio Ferraro che si occupa anche del settore giovanile. E’ un anno importante per la valorizzazione di molti giovani e per l’arrivo inaspettato del giovane Camerounense Ngondiep Gilles che si iscrive alla facoltà di medicina dell’Università di Terni. Un ragazzo che arriva in punta dei piedi e con la sua modestia chiede di giocare, si rileverà un vero talento di atleta e presto avrà gli occhi puntati di tutta l’Umbria. Il campionato terminerà con la Leo in una posizione di centro classifica ma con la ferma intenzione di fare meglio nel prossimo anno. Lo sviluppo del settore giovanile e del mini basket fanno ben sperare. Il settore femminile è sempre ben condotto da Riccardo Seconi che sta cercando d’incrementare le giovanissime.

Nella stagione 1999/2000 avviene una svolta con il ritorno di Alessandro Cordoni, un allenatore di grande esperienza che ha allenato per tanti anni, come aiuto o in prima persona, la Sebastiani Rieti nei campionati di serie A. E’ una stagione di grandi soddisfazioni, Ngondiep dimostra tutta la sua bravura ed è applaudito da tutti i sostenitori delle squadre avversarie. Il suo valore è sempre messo in evidenza dagli assist di Colarieti. Il campionato termina con le cinque partite finali con il Foligno, tutte al cardiopalma, ma alla fine la Leo si deve arrendere e terminare al secondo posto. Grande sviluppo sempre al settore giovanile con la partecipazione a tutti i campionati. La femminile dopo alcuni anni di assenza rischiera una formazione nel campionato senior di serie C Marche-Umbria, la squadra formata grazie ad alcuni ritorni (Barbetti, Foschi,Seconi G., Processi Sa., Meciotti e Paoletti V.) e da tante giovani che sfioreranno il titolo regionale perso in una finale al sumplementare contro Perugia (Ceccariglia proveniete da Viterbo, Sabatini, Conti, Fontanella, Severoni, Germani, Anasetti, Ratini, Liberati, Spadoni, Bianchini) 

Stagione 2000/2001 è l’anno delle grandi soddisfazioni, la Leo Ovito conduce alla grande sin dalla prima partita, le giocate di Ngondiep mandano in visibilio gli appassionati del basket, sotto i tabelloni c’è dominio assoluto con i vari Bordoni, Forcina, Bisceglia, Sensini. Gli avversari sono veramente pericolosi come Gubbio, Umbertide, Pontevecchio, ma alla fine solo Umbertide sarà a contendere la promozione alla C1. In una memorabile partita ad Umbertide la Leo Ovito conquista la sospirata promozione alla C1 e dopo 10 anni si ritorna a disputare campionati Nazionali. La Leo Ovito cerca aiuto per il campionato 2001/2002 ma le tante promesse si rivelano “illusioni”. Comunque si iscrive la squadra al campionato e si conferma Cordoni come allenatore e tutta la squadra che aveva conseguito la promozione. Per un incredibile regolamento non potrà giocare Ngondiep Gilles in quanto essendo straniero può solo giocare in campionati Regionali o serie A. Lo Jesi squadra di A2 a questo punto si fa avanti e chiama Ngondiep per un provino, il ragazzo si fermerà a Jesi per un mese e pur destando una ottima impressione non riesce ad ottenere il contratto, viene quindi ceduto in prestito alla Pontevecchio che poi salirà in C1. Il campionato si dimostrerà difficilissimo, l’inserimento con le Marche ed Emilia Romagna farà si che la squadra ternana subisca troppe sconfitte. A rafforzare la squadra giungono a Terni tre giovani di Rieti: Sanesi, Turani, Alesse i quali fanno del loro meglio ma mancano di esperienza nei campionati Nazionali. Alla fine la Leo Ovito dovrà retrocedere per un tiro libero sbagliato, questo comporta una amara delusione che farà tornare Cordoni a Rieti con i suoi ragazzi. Le femminile disputa un buon campionato di Promozione Laziale vincendo lo spareggio per il terzo posto che vale la promozione il serie C, ma si rinuncierà perchè molte ragazze lasceranno per motivi di lavoro e studio.

La Leo Ovito affiderà le redini del campionato 2002/2003 a Fabio Ferraro che nel frattempo è maturato nei settori giovanili, la squadra viene composta da molti giovani: Borgo, Graziani, Sordini, Ridolfi, Galeazzi che fanno il loro esordio in prima squadra; inoltre vengono tesserati Lissa, proveniente dal basket Bolzano, e Cubay, un ragazzo albanese, che si trovano a Terni per motivi di lavoro; inoltre il ritorno di Ngondiep lascia ben sperare. Le ragazze con un gruppo giovanissimo formato quasi esclusivamente da under 17 vince il campionato di Promozione Regionale (Sabatini, Ratini, Liberati, Passeri V. e La Vecchia provenieni da Orvieto, Calabresi, Proietti E., Proietti C, Candelori, Corallini, Melchiorri, Borsaro G, Piacentini).

Intanto cresce il settore giovanile e tra le fila emerge un ragazzo super dotato: Giacomo Eliantonio che si mette all’attenzione dei maggiori club italiani, Pesaro, Siena, Livorno, Montecatini, Reggio Emilia e Rimini. Si contendono il ragazzo dalle ottime qualità ed alla fine la società, con l’accordo dei genitori, decide di trasferirlo a Siena dove vincerà per due anni il titolo Italiano under 16 e 18.

Il 2003/2004 è un anno di stasi per il settore femminile; si punta molto nella categoria giovanile e si partecipa al campionato di Promozione Marche-Umbria. Il settore maschile oltre ai campionati giovanili partecipa a quello di C2 con Ferraro allenatore.

Si arriva nel 2004/2005, Riccardo Seconi guida la prima squadra maschile in quanto Ferraro si trasferisce al Todi. E’ un anno di transizione con l’inserimento di molti giovani in prima squadra.

Nel 2005/2006 c’è la collaborazione con la società di Acquasparta(con relativo scambio di atleti) e alla Leo arriva il Coach Mario Coarelli; si partecipa alla C2 ma si retrocede in serie D.

Il settore femminile disputa un eccellente campionato di “C” che determina la promozione in “B2” con Emanuele Benvenuti allenatore. Un piccolo aiuto arriva dallo sponsor Cascioli Costruzioni ma certo non è sufficiente a sostenere gli sforzi finanziari.

Nel 2006/2007; si parte con spirito di rinnovamento nella serie D maschile; la squadra è composta da giovanissimi. Da segnalare il ritorno dei fratelli Grillo Simone e Niccolò; completano l’organico Moretti, Graziani, Tomassini, Juan, Caporali, Sordini, Cacciamani, Mammoli, Fiocchi, Novelli, Sampalmieri, Danielli, Ciommei, Laurucci. All. Coarelli. La stagione si conclude trionfalmente con la vittoria del capionato in finale Play Off contro il Trestina.


Il settore femminile si iscrive alla serie B pur senza adeguate garanzie finanziarie ma seguendo il motto del buon “Leo Seconi” che la squadra si “abbina” al suo Presidente: si parte per questa grande avventura.

Le ragazze saranno sempre nella parte alta della classifica fornendo innumerevoli soddisfazioni a tutto l’ambiente, “Brave Ragazze”. Sotto la guida di Emanuele Benvenuti che ha saputo plasmare e formare un gruppo omogeneo ed affiatato, raggiungo i Play Off e vengono eliminate dal Porto San Giorgio vincitore finale del campionato.

Compongono la rosa: Seconi, Processi, Barbetti, Corallini, Sabatini, Passeri, Borsaro, Calabresi, Candelori, Furlan, Melchiorri, Liberati, Menciotti, Campara.

Anche dal settore giovanile arrivano buoni risultati, si ottiene la vittoria al 3c3 Join The Game Regionale, nella cadegoria under13 maschile e la qualificazione alle finali nazionali.

Questo è un anno dolorosissimo nel campo affettivo; infatti viene a mancare Sandro Cordoni, allenatore della Leo Basket per diverse stagioni. Al suo nome è legato il più recente successo in casa Leo: promozione in C1 dopo un anno esaltante.

Sandro Cordoni era legato anche fortemente dal punto di vista affettivo con Sergio e Bruno Seconi e con tutta la rosa di quella squadra a cominciare da capitan Bordoni.

Ciao Sandro, ti avremo sempre nei nostri cuori.

Nel 2007/2008 arriva un nuovo coach Francesco Bordoni gia capitano per tanti anni della Leo, alla sua prima esperienza con una squadra neo promossa  raggiunge i Play Off. Per le ragazze è un anno difficile pieno di infortuni ma riescono ugualmente ad ottenere la salvezza in B2 tramite i Play Out.

Ancora un buon anno con le giovanile questa volta saranno le ragazze del under 13 femminle a vincere il titolo regionale del Join The Game e disputare le finali Nazionali.

Il 2008/2009 è stata una grande annata Farancesco Bordoni costruisce una squadra per puntare alla promozione in C Nazionale (Federeci, Cordoni, Granato, Dias, Ngondiep, Grillo S., Grillo N., Colarieti, Graziani, Cacciamani, Fortunati, Campana, Giovannetti Gui.,Schiroli,Moscatelli,Sebastiani) , durante la stagione regolare subirà solo 2 sconfitte, chiudendo al secondo posto. Il sogno sembra terminare con la sconfitta nella finale con il Foligno, ma durante l'estate arriva il ripescaggio dalla federazione e la Leo torna nel campionato Nazionale. Le ragazze ripartono dalla serie C Marche-Umbria, con il solito rinovamento e tante giovani debbuttanti, ma sarà una stagione esaltante. Terminata la stagione regolare al terzo posto, vincerenno il campionato con due vittorie in gare 3 di semifinale e finale, batteranno prima l'Offida (AP) in gare 3 e poi l'Umbertide al supplementare (Processi Sa, Sabatini, Liberati, Ratini, Calabresi, Mechiorri, Boccacani, Passeri L., Cerasi, Marchetti, Marchettini, Mocanu, Furlan I., all. Seconi-Bimbo). Sempre in estate arriveranno buone notizie, questa volta per il settore giovanile, infatti Federica Martella viene convocate al centro di addestramento della Nazionale Under 14.

Stagione 2009/2010.

 Dopo il ripescaggio in C dilettanti Nazionale si allestisce una formazione forte() per puntare in alto, nel girone Umbro-Toscano .

La stagione da grandi soddisfazioni, al termine del girone di andata la squadra condotta da Bordoni e da vice Piermarini, si trova la primo posto ed ottiene il diritto di partecipare alla Final Eight di Coppa Italia di serie C.

Nella prima partita dei quarti di finale vittoria all'ultimo secondo sul Basket Club Giuliano(NA). In semifinale sconfitta contro Upea Capo D'Orlando poi vincitrice della Coppa.

Girone di ritorno con alti e bassi il campionato termina con 3 squadre al primo posto e 2 al secodo tutte racchiuse in 2 punti, per gli scontri diretti Piombino è prima e ottiene la promozione diretta, la Leo finesce terza.

Nei Play Off vittora ai quarti con il Pontedera in 3 gare esaltanti, ma poi il sogno termina contro Certaldo in semifinale.

Per quanto riguarda la femminile si parte nell'estate con due importanti accordi di collaborazione, la nuova società di Stefania Barbetti Pink Basket diventerà la società satellite e si occuperà del settore giovanile e parteciperà ai campionati Under 14 e 13 con i tecnici Giachin-Marchetti-Seconi. Con la Blu Basket Spoleto verranno svolti in collaborazione i campionati Under 19 e 17 con i tecnici Seconi-Bernelli e la serie B con Seconi-Bimbo. Alla fine della stagione la Pink conquisterà entrambe i titoli regionali, la Blu Basket otterrà il terzo posto con l'under 19 e il quarto con le under 17. La serie B inizia il campionato con ottimi risultati ma poi durante l'anno saranno poche le soddisfazioni, il campionato verrà chiuso con un 2-0 con l'Adriatico Ancona e la salvezza al primo turno dei Play-Out .

2010/2011.

Durante l'estate in fase di programmazione per l'anno sportivo 2010/2011 c'è una svolta negativa, in quanto per motivi finanziari si opta per rinunciare al Campionato Nazionale Dilettanti e di ripartire dalla Promozione Regionale.

La squadra composta per la maggior parte da giovani del vivaio e dai più esperti Cacciamani e Pileri, viene affidata a Filippo (PIPPO) Graziani.

Per quanto riguarda il settore giovanile ha inizio una collaborazione per tutti i campionati, dall'Under 17 all'under 13, con la Virtus Terni.

Nella Femminile la squadra di serie B viene affidata a Bimbo e arrivano rinforzi dall'Azzurra Orvieto, il settore giovanile è gestito dalla Pink Basket che partecipa ai campionati under 17,15 e 14.

La stagione si concluede con le Ragazze che ottengono una meritata salvezza, in un campionato dove hanno potutto debuttare anche le under 16. La maschile disputa un discreto campionato con un andamento in crescendo anche lorò avendo dato molto spazio a ragazzi alla loro prima esperienza senior. Nelle giovanili vede la Pink vice campione d'Italia nel 3c3 e campionesse regionali under 15, la Virtus alle final four regionali under 13.

A giugno viene a mancare Mario Coarelli coach che solo pochi anni prima aveva regalato la vittoria del campionato di serie D.

2011/2012

Viene interrotta l'attività femminile e affidata alla Pink che disputerà solo i campionati giovanili, giungendo ai quarti del titolo italiano con under 15, e vincendo il titolo regionale con l'under 13.

Nel settore maschile si disputa il campionato di serie D con Graziani, che con un gruppo formato da alcuni giocatori esperti e molti giovani, porta la squadra a disputare un bellissima semifinale di play-off che fino a pochi secondi dalla fine fa sperare nel colpaccio contro i favoriti del Gubbio.

Nel settore giovanile vengono coquistate insieme alla Virtus le Final-Four regionali under 17 e under 14 con gli allenatori Priermarini e Pasqualini.

Nell'estate aumentano ancora gli accordi con le altre società del ternano, nel settore maschile LEO-VIRTUS-INTERAMNA collaboreranno per la costruzione di una formazione di serie D, il CSI e il settore giovanile.

 

2012/2013

In questo hanno prende forma definitivamente la collaborazione tra Leo-Virtus-Pink solto il nome Union Basket. Il settore minibasket sarà totalmente gestito dalla nuova società, sotto il marchio Union verranno disputati tutti i campionati dove si otterranno ottimi risultati con gli Esordienti Maschili e Femminili.

Il settore femminile ormai completamente gestito dalla Pink, disputa i campionati giovanili U17 e U15, nel primo la squadra guidata da coach Piarmarini otterrà la vittoria del campionato, nel secondo la formazione di Seconi Riccardo arriverà seconda vincendo poi le finali regionali per l’accesso all’interzona. Entrambe le squadre si fermeranno al concentramento interzona non conquistando l’accesso alle Finali Nazionali. Le u14 si aggiudicano lo scudetto nel 3c3 (Cubaj,Crisostomi,Lanini,Petrarchini). Le atlete Porcu Rachele e Lorela Cubaj conquisteranno il quarto posto all’europeo con la Nazionale U16.

Leo e Virtus insieme si dedicano completamente al settore giovanile maschile, con il nome Leo vengono disputati i campionati U19 affidata a Bimbo, U17 Graziani, U15 Graziani, con il nome Virtus U15 reg Serniese, U14 reg Salvati L. , U13 Ramozzi. L’under 15 guidata da Graziani riuscirà a raggiungere il secondo posto vincendo le finali regionali ottenendo così uno storico passaggio alla fase Interzona, dove si deve arrendere ad una società storica la Ginnastica Triestina. Conquisteranno le FinalFour anche le formazioni del U17 e U14 regionali, quest’ultima otterrà un buon secondo posto alle spalle delle Pontevecchio.

L’Interamna Basket gestisce il settore senior disputando il campionato di serie D, e a lei verranno affidati i senior tesserati con Leo e Virtus, e i giovani più promettenti dell’under 19. Al termine della stagione otterrà l’accesso ai paly-off per la promozione in serie C.

2013/2014

Continua la collaborazione tra le tre società Leo-Virtus-Pink sotto il marchio Union, con il quale si incrementano le attività volte alla promozione del Minibasket, con la festa in piazza della repubblica ad inizio stagione e il progetto scuola che coinvolgerà più di 300 alunni.

La Pink conquista 2 titoli regionali U15 e U17, quest’ultime allenate da Piermarini si qualificano per le Finali Nazionali raggiungendo i quarti per poi perdere contro Bologna poi vice campioni d’Italia.

Il settore senior è nuovamente gestito dall’Interamna disputando il campionato di serie D raggiungendo i quarti di finale dei play-off promozione, nella formazione vengono inseriti i tesserati Leo e Virtus senior e i giovani più futuribili.

Leo e Virtus disputano nuovamente insieme tutti i campionati giovanili. La Virtus disputerà U19 allenata da Bisceglia, e U17 con Graziani. A nome Interamna, in un ottica di collaborazione viene disputato il campionato U17 reg. affidata a Salvati L. . La Leo disputa i campionati U15 con Ramozzi , U14 Graziani e U13 Ramozzi. Gli Under 13 di Ramozzi ottengono il titolo regionale, dopo tanti anni, con una cavalcata perfetta di 20 vittorie consecutive e nessuna sconfitta, battendo in finale il Basket Perugia. Bene anche gli Under 14 che conquistano le Final Four ottenendo un buon terzo posto. Altra soddisfazione arriva dall’under 13 che conquista le Finali Nazionali nel 3c3, dove Menicocci si laureerà miglior tiratore nella gara del tiro da 3 punti della sua categoria.

............

 

Vogliamo sottolineare quanto ha fatto e sta facendo Torquato Novelli. Da 20 anni è lo sponsor storico della Società, sempre vicino alle problematiche dello Sport giovanile senza mai pretendere risultati eclatanti.

Il suo vero scopo è quello di permettere a tanti giovani di avvicinarsi al mondo sportivo ed è per questo che è entrato in sintonia con il pensiero della Società Leo Basket.

Grazie Torquato per quanto stai facendo, da parte nostra tutta la riconoscenza.

 Il ringraziamento per “questa bella storia” va a tutti coloro che hanno dato nelle varie forme il loro contributo, in particolare:

sponsor: PILERI, LA FONT, INTERPAN, ILVA, NOVELLI, CASSETTA, CHELSEA, OVITO, VIPARO, LE CLERC, CASCIOLI COSTRUZIONI, CARISPAQ.

allenatori: MINESTRINI, TODINI, SECONI SERGIO, SECONI BRUNO, CORDONI, PELLEGRINI, PUIELLI, PETAGNA, CORPETTI, ROCCHI, GRILLO ROBERTO, VIVIANO, FACONDINI, RAMOZZI, BARBETTI, FERRARO, BENVENUTI LAMBERTO, BENVENUTI  EMANUELE, SECONI GIOIA, SECONI RICCARDO, GRILLO SIMONE, MORETTI, PILERI, COARELLI, BIMBO, BORDONI,GRAZIANI, PIERMARNI, PAQUALINI.

atleti del passato ed in attività e tutti i non menzionati.

accompagnatori, pubblico, genitori ed i fedelissimi del basket.

 

La Società Leo Basket Terni

 

 

……..E la favola continua!!!!!!!!!!!!!

 

 

Ultimo aggiornamento ( mercoledý 18 giugno 2014 )